- Books

La psicologia del giocatore di scacchi

La psicologia del giocatore di scacchi Mi piace vederli dibattersi cos confess a proposito dei suoi avversari Bobby Fischer prima di strappare a Spassky nel il titolo di campione mondiale di scacchi Al di l delle spiegazioni pi

  • Title: La psicologia del giocatore di scacchi
  • Author: Reuben Fine Francesco Bovoli
  • ISBN: 9788845901850
  • Page: 352
  • Format: Paperback
  • Mi piace vederli dibattersi cos confess , a proposito dei suoi avversari, Bobby Fischer, prima di strappare a Spassky, nel 1972, il titolo di campione mondiale di scacchi Al di l delle spiegazioni pi immediate denaro e fama , questo libro ricerca le motivazioni segrete che hanno indotto uomini dai talenti pi diversi a dedicare al gioco uno smisurato spazio mentale Mi piace vederli dibattersi cos confess , a proposito dei suoi avversari, Bobby Fischer, prima di strappare a Spassky, nel 1972, il titolo di campione mondiale di scacchi Al di l delle spiegazioni pi immediate denaro e fama , questo libro ricerca le motivazioni segrete che hanno indotto uomini dai talenti pi diversi a dedicare al gioco uno smisurato spazio mentale e pratico L autore non offre soltanto una psicoanalisi degli scacchi, ma ripercorre la vita dei campioni del mondo e i loro conflitti da Morphy, che si ritir dal gioco all et di ventidue anni per soccombere poi gradualmente a una nevrosi, a Steinitz, che in stati allucinatori giocava con Dio, concedendogli il vantaggio di un pedone e della prima mossa, da Alechin, il sadico del mondo scacchistico , a Fischer, un genio dalle reazioni spesso incomprensibili Il gioco degli scacchi, che incanala, e nello stesso tempo esaspera, un aggressivit implacabile, appare infatti destinato a sviluppare fantasie di onnipotenza Non mancano per , nel libro di Fine, anche gli anti eroi , che cercano di resistervi n stupisce la difficolt della loro lotta, ove si pensi che la teoria del gioco coinvolge anche l ideologia, tanto che si parlato di stile capitalistico e di Scuola Sovietica, di stile individualistico e di paura del deviazionismo L americano Reuben Fine, che stato tra i massimi scacchisti intorno agli anni Quaranta e ha scritto libri fondamentali sulla teoria del gioco, esercita da decenni l attivit di psicoanalista e in tale veste incontr Fischer adolescente, come racconta in queste pagine La psicologia del giocatore di scacchi apparso per la prima volta nel 1956, mentre i saggi su Bobby Fischer e Boris Spassky risalgono al 1973.

    • Best Read [Reuben Fine Francesco Bovoli] ☆ La psicologia del giocatore di scacchi || [Chick Lit Book] PDF ✓
      352 Reuben Fine Francesco Bovoli
    • thumbnail Title: Best Read [Reuben Fine Francesco Bovoli] ☆ La psicologia del giocatore di scacchi || [Chick Lit Book] PDF ✓
      Posted by:Reuben Fine Francesco Bovoli
      Published :2018-05-01T14:13:48+00:00

    1 thought on “La psicologia del giocatore di scacchi

    1. “Mi sento obbligato a dirti, in quanto libraio, che questo volume contiene concetti freudiani oramai sorpassati” Mi ha detto il gentile venditore del mitologico negozio di scacchi di Bologna.“Eh?!” Gli ho risposto io.Detto questo, in effetti il concetto del “se giochi a scacchi miri ad eliminare il re, quindi vuoi uccidere tuo padre, trombarti tua madre impagliare il gatto sposarti tua sorella e cerchi avventure omosessuali (aggiungere anche vari falli qua e là)” forse è un po’ e [...]

    2. Fine at his Freudian best. You will be on the floor sucking your thumbs from the fetal position by the time you finish. Put down that cigar!

    3. I read this in preparation for reading Nabokov's the Defense, which is about the psychology of a chess player. Reuben Fine was an American chess champion and a psychologist. This is an older book and much more rooted in Freudian analysis than a book written today most likely would be. Overall, I didn't get a lot out of it, which may say more about my limitations than any limitations the book may have. I didn't find it overly persuasive or engaging, as I thought a book about crazy, obsessed geniu [...]

    Leave a Reply

    Your email address will not be published. Required fields are marked *